Beppe von Bismarck

Disconoscendo il risultato delle “comunarie” genovesi Beppe Grillo ha di fatto archiviato la democrazia diretta in salsa grillina. Se non si accetta il risultato del voto diventa infatti difficile continuare a sostenere che uno vale uno, o che le decisioni si debbano prendere dal basso e non dal vertice. Il ruolo di Grillo all’interno del … Leggi tutto Beppe von Bismarck

Larga maggioranza o larghe intese?

Archiviate, salvo imprevisti imprevedibili, le ipotesi di elezioni anticipate, i partiti si preparano all’appuntamento con le urne previsto per la primavera del 2018. Per la Camera dei deputati si voterà molto probabilmente con l’attuale legge elettorale, che prevede il premio di maggioranza - l’assegnazione di seggi extra - per chi raggiunge almeno il 40% dei … Leggi tutto Larga maggioranza o larghe intese?

La “patente europea” del M5Stelle

Guy Verhofstadt ha bisogno di voti per diventare  Presidente del Parlamento europeo. Il MoVimento 5 Stelle ha bisogno di una sorta di patente europea, di una legittimazione, di un riconoscimento come forza di governo e non più anti-sistema, in vista delle prossime elezioni che si aspetta di vincere. Data questa convergenza d’interessi, a qualcuno è … Leggi tutto La “patente europea” del M5Stelle

Il codice etico dei 5 Stelle

Sul Codice di comportamento del MoVimento 5 Stelle in caso di coinvolgimento in vicende giudiziarie in questi giorni si è detto e scritto di tutto. Altrettanto spazio ha avuto la proposta di una giuria popolare per le balle dei media, che però, non essendo tecnicamente realizzabile, è destinata a cadere nel vuoto (ben più interessante è invece … Leggi tutto Il codice etico dei 5 Stelle

Uno vale due?

La penna di Gabriele Maestri aiuta a far chiarezza sulle intricate questioni giuridiche che, secondo alcuni, minano la legalità del Movimento 5Stelle. Personalmente resto convinto di come, nel rispetto dei diritti fondamentali dei cittadini, le ragioni della politica debbano prevalere su quelle della legge (perché è la politica a fare le leggi, non viceversa). Mi rendo … Leggi tutto Uno vale due?

Ancora sul diritto di partecipazione politica

Gabriele Maestri ha puntualmente commentato le proposte di Regolamento  sottoposte all’approvazione degli iscritti al Movimento 5Stelle. Dice Maestri che forse di questo importante documento si sarebbe parlato di più se si fosse chiamato Non regolamento, ma che, evidentemente, sono finiti i tempi in cui il Movimento poteva rivendicare la totale estraneità rispetto al mondo della … Leggi tutto Ancora sul diritto di partecipazione politica

Il fondatore-capo politico

Beppe Grillo ha abbandonato il ruolo di garante per ricoprire quello di capo politico del Movimento 5 Stelle. In pratica cambia poco, Grillo ha agito da capo nelle recenti vicende romane. In teoria tra le due figure c’è invece una profonda differenza: il garante assicura il rispetto della volontà altrui, il capo esprime la propria … Leggi tutto Il fondatore-capo politico

Il bicameralismo non incide sulla governabilità del Paese

Le parole dell’ambasciatore degli Stati Uniti che, parlando del referendum costituzionale, ha detto che: «La vittoria del sì sarebbe una speranza per l’Italia, mentre se vincesse il no sarebbe un passo indietro» hanno suscitato clamore prossimo all'indignazione. Con questa frase John Phillips non ha fatto altro che ribadire quanto scritto nelle scorse settimane dal Wall … Leggi tutto Il bicameralismo non incide sulla governabilità del Paese

Garanti e direttori

La vicenda romana dei 5Stelle - salvo clamorosi sviluppi al momento difficili da prevedere - sembra aver raggiunto una situazione di equilibrio. Virginia Raggi è ancora sindaca del Movimento, mentre il destino dell’assessora Muraro è nelle mani dei Pubblici ministeri (dovrebbe essere in quelle dei giudici, ma il neo-garantismo a 5Stelle non è ancora allineato con … Leggi tutto Garanti e direttori

Le olimpiadi democratiche

A leggere le cronache di questi giorni, pare che Virginia Raggi debba preoccuparsi (anche) di contrasti in merito alla candidatura della città per le olimpiadi del 2024. Non sono in grado di dire se sia davvero questa una delle cause delle divergenze all’interno della nuova amministrazione capitolina, posso però dire che l’idea stessa della divergenza … Leggi tutto Le olimpiadi democratiche